Settori

Distribuzione

Richiedi una demo
I distributori affrontano alcune delle sfide più difficili in tema di domanda e rifornimento. Il portafoglio prodotti e parti ricambio è sempre più vasto mentre le aspettative dei clienti si fanno sempre più elevate e da richiedere soddisfazione immediata. Gli acquisti online hanno ridotto i margini, offrendo ai consumatori maggiori opportunità per acquistare dalla concorrenza o direttamente. Molte aziende devono ancora competere con Amazon, un gigante con risorse distributive enormi, margini ridotti e la capacità di spedire gli ordini in poche ore.

Un contesto sempre più sfidante

Poiché gli ordini inevasi si traducono generalmente in vendite perse che incidono direttamente sul bilancio, un livello di servizio elevato è di fondamentale importanza per il settore. Gestire la domanda intermittente o “long tail” è però molto complicato. I distributori devono soddisfare questa domanda in considerazione di stagionalità, cicli di vita dei prodotti più brevi, aumento del numero di SKU, rischio di obsolescenza e fornitori offshore che implicano tempi di consegna più lunghi e meno flessibili.
Troppo spesso, non disponendo di sistemi di pianificazione adeguati, molte aziende agiscono in emergenza senza alcuna ottimizzazione delle scorte, analisi di dati o pianificazione delle vendite e delle operazioni (S&OP). Lottano per prevedere la domanda volatile e gestire in modo efficace i costi logistici.

ToolsGroup affronta la sfida di sincronizzare la domanda e il rifornimento proponendo un sistema integrato che include:

  • Modellazione della domanda e tecnologia machine learning per analizzare le variazioni della domanda interna ed esterna come trend di mercato, profili di domanda stagionale e previsione delle promozioni commerciali.
  • Previsioni di vendita probabilistiche che valutano la possibilità di ordini ripetuti analizzando i dati della linea ordine. Piuttosto che aggregare la domanda, calcola il numero di linee ordine immesse per raggiungere la quantità totale.
  • Collaborazione della domanda integra i dati della domanda e delle previsioni provenienti da diverse fonti in una piattaforma web condivisa che misura anche il Forecast Value Added (FVA).
  • Ottimizzazione delle scorte calcola lo stock di sicurezza e altri parametri logistici per proporre il mix ottimale di scorte tra milioni di SKU-l. Tiene conto anche di vincoli su scadenze, sostituzioni e trasporti come quantità minime d’ordine.
  • Un approccio a “modello unico” garantisce il livello di servizio lungo tutta la rete distributiva con un livello ottimale delle scorte.

I nostri clienti nel settore della distribuzione:

  • 99%Migliorano la disponibilità del prodotto fino al 99%
  • 99%Riducono le scorte del 20-30%

CUSTOMER CASE STUDY

Connect E&C

I pianificatori del distributore di prodotti educativi Connect E&C si affannavano con fitti fogli di calcolo su 16.000 SKU attivi per pianificare la loro inusuale domanda stagionale con picchi importanti all’inizio e alla fine di ogni periodo scolastico. L’azienda non aveva modo di valutare la relazione tra scorte e livello di servizio, con la conseguenza di rotture di stock, abbassamento del livello di servizio o costosi overstock. Il problema si era fatto più pressante dopo che la società aveva iniziato a rifornirsi sempre più spesso dall’Asia. Sebbene i costi unitari fossero inferiori, i tempi di consegna più lunghi e la ridotta agilità della supply chain minacciavano il livello di servizio. L’azienda sapeva che i suoi sistemi non erano più in grado di tenere il passo con la domanda in un ambiente competitivo e complesso.

Connect E&C ha scelto il software ToolsGroup per la sua comprovata capacità di gestire portafogli di prodotti a coda lunga e un’estrema volatilità della domanda. Volevano anche la capacità di generare previsioni di vendita probabilistiche che potessero essere ulteriormente affinate integrando diversi fattori dell’intelligenza di mercato, come l’introduzione di nuovi prodotti, promozioni e informazioni sulla termine del ciclo di vita.

L’implementazione in Connect E&C è stata completata in solo tre mesi. La capacità di gestire la complessità ha notevolmente migliorato l’efficacia della pianificazione. La possibilità di generare previsioni di vendita a livello di linea ordine e SKU-l ha reso molto più facile definire il mix di scorte ottimale per ogni magazzino. I miglioramenti in termini di KPI hanno visto:

  • 98%Obiettivo di servizio raggiunto
  • 10ppMiglioramento dell’accuratezza del forecast

cipla logo

Oggi le rotture di stock riguardano meno dell’1% delle nostre scorte complessive e questo è dovuto esclusivamente a situazioni al di fuori del nostro controllo. Fondamentalmente, ora disponiamo dell’intelligenza per identificare in modo proattivo potenziali rotture di stock fino a quattro mesi in anticipo. Questo ci dà tempo sufficiente per rispondere, assicurandoci di fornire ai clienti i prodotti più urgenti
Joseph Ludorf, Executive Director Supply Chain, Cipla

Risorse correlate