L’evoluzione multicanale ha costretto i rivenditori a rivedere i loro processi di previsione della domanda e di allocazione delle scorte. La “coda lunga” rappresenta una sfida, anche quando sembra un problema di assortimento o di merchandising. La previsione delle promozioni, della vendita di nuovi prodotti e la pianificazione della domanda richiedono un nuovo approccio.

Con gli strumenti giusti però, i rivenditori sono in grado di generare un segnale unificato di domanda, rendendo la supply chain in grado di rispondere alla domanda volatile, anche in reti multicanale. Possono raggiungere una maggiore visibilità della supply chain, migliorare notevolmente la disponibilità a scaffale, e ridurre le vendite perse nei punti vendita, oltre che le scorte complessive.

Supportiamo i retailer a sincronizzare domanda e offerta attraverso un unico sistema integrato che affina le previsioni di vendita con Demand sensing e rifornisce le scorte proponendo nuovi ordini e/o riallocazione da parte dei fornitori. Il team commerciale e i fornitori esterni possono collaborare per ottimizzare la pianificazione della supply chain o il processo S&OP.

Il modulo di Demand modeling assicura una precisa modellazione della stagionalità, del lancio di nuovi prodotti, di resi e sostituzioni. Demand collaboration, che valuta FVA (Forecast Value Added) e deviazioni, permette di generare previsioni di vendita più accurate. Il modulo per l’ottimizzazione delle promozioni adotta un motore di machine learning in grado di profilare la domanda durante il processo di acquisto elettronico. Il modulo di Inventory optimization analizza la domanda giornaliera a livello di punto vendita e ridefinisce periodicamente i livelli di scorte necessari lungo la catena.