← Soluzioni

Demand Planning & Sensing

Richiedi una demo →
Il software sviluppato da ToolsGroup per il Demand Planning & Sensing calcola in automatico i piani di domanda usando algoritmi di machine learning. Grazie alla possibilità di integrare i dati della domanda a breve termine e alla collaborazione riduce l’errore delle previsioni e ottimizza le scorte. Il risultato: miglioramento del livello di servizio e scorte più efficienti, anche per articoli “long tail”. Non si ottiene soltanto una previsione più accurata, si ottiene un piano vincente con un riscontro diretto sui risultati aziendali.
Demand Forecasting

La tecnologia Demand Forecasting di ToolsGroup non richiede ai pianificatori di diventare “data scientist” o esperti di algoritmi. Dietro la sua elegante semplicità nasconde un motore potente, in grado di ottimizzare ogni articolo o l’intero portafoglio di SKU in considerazione del livello di servizio obiettivo. I pianificatori non devono scegliere l’algoritmo migliore per una data situazione, perché il software di ToolsGroup fornisce un unico algoritmo adattativo. SO99+ genera automaticamente una previsione affidabile per ogni SKU, in ogni locazione, sia per articoli ad altissima rotazione che per basso movimentati dall’andamento imprevedibile – anche in catene distributive complesse multilivello.

I pianificatori non devono più confrontarsi con la noiosa meccanica delle previsioni di base e possono dedicare più tempo ad aggiungere informazioni derivanti dalla loro conoscenza del business per migliorare i risultati.

Demand Sensing

La tecnologia Demand Sensing colma il divario tra il tuo piano strategico e quanto realmente accade nella supply chain. Rileva automaticamente i cambiamenti e i trend negli stati più a valle della catena distributiva analizzando gli ordini di rifornimento, i dati dei POS e le transazioni EDI in modo da continuare a garantire il livello di servizio obiettivo anche in considerazione della volatilità della domanda.

Il nostro motore di Machine Learning (MLE) perfeziona ulteriormente il piano base della domanda analizzando e prevedendo l’effetto di fattori esterni a breve termine come le tendenze meteorologiche e macroeconomiche. Può anche incorporare i dati delle attività di profilazione della domanda (Demand Shaping), come la pianificazione delle promozioni e l’introduzione di nuovi prodotti.

È stato dimostrato che la tecnologia Demand Sensing aiuta i nostri clienti a ridurre gli errori di previsione a breve termine fino al 50% e a migliorare la performance dello stock fino al 20%, con la garanzia del livello di servizio pianificato o superiore.

Demand Collaboration

Troppo spesso collaborazione significa semplicemente condivisione della responsabilità su previsioni di vendita poco accurate. Non qui.

La funzionalità Demand Collaboration Hub (DCH) di ToolsGroup è una piattaforma condivisa che integra in un unico strumento i dati della domanda e delle previsioni provenienti da diverse fonti. Nel nostro ambiente user-friendly, anche l’utente meno esperto o occasionale (interno o esterno all’organizzazione) può facilmente collaborare nel processo di pianificazione delle previsioni. Supporta sorgenti interne (come marketing e vendite) ed esterne (come partner commerciali, distributori, retailer o fornitori).

Il modulo per le previsioni di vendita (Demand Forecasting) calcola le previsioni di base, e gli utenti possono aggiungere la loro conoscenza del mercato per apportare le modifiche necessarie e ottenere una previsione condivisa. Valutando e confrontando i diversi input, questo sistema smorza le deviazioni e migliora rapidamente l’accuratezza del forecast.

Il risultato: un’unica previsione di vendita condivisa che può supportare il processo S&OP (Sales and Operations Planning) o altri processi di pianificazione.

Introduzione di nuovi prodotti

I settori dinamici, dalla moda alla tecnologia di consumo, introducono continuamente nuovi prodotti con cicli di vita brevi e difficili da prevedere. Sopravvivere in questo contesto dipende dalla capacità di trovare il giusto equilibrio tra l’introduzione di nuovi prodotti per attrarre e fidelizzare i consumatori e la gestione dei costi logistici. Sotto la pressione delle vendite e del marketing, la maggior parte delle aziende sbaglia scegliendo di introdurre un’ampia gamma di prodotti e di stoccare scorte di sicurezza eccessive per evitare di deludere i clienti. Questo approccio, tuttavia, può portare a problemi di livello di servizio.

La funzionalità di analisi avanzata per l’introduzione di nuovi prodotti sviluppata da ToolsGroup e integrata nella soluzione Demand Planning offre ai professionisti della pianificazione un’intelligenza ulteriore per migliorare le previsioni di vendita di nuovi prodotti. Gli algoritmi valutano attributi (come colore, stile e dimensione) delle vendite di articoli simili per generare una previsione di base. In poche settimane la soluzione apprende dai dati di vendita reali per affinare le previsioni durante il periodo di lancio.

Il risultato: lanci di nuovi prodotti efficaci senza scorte in eccesso o la necessità di successivi ribassi.

Promotion & Media Forecasting

Le promozioni, le azioni pubblicitarie e altre forme di profilazione della domanda possono essere molto onerose, e nel settore dei beni di largo consumo possono anche superare il 10-15% del margine lordo. La determinazione del loro reale impatto o “lift” è quindi una vera sfida per la supply chain. La soluzione di questo problema è critica non solo per calcolare le previsioni base o il lift in caso di promozioni, ma è anche fondamentale per implementare un processo di pianificazione integrato ed efficiente tra marketing, vendite, contabilità, supply chain e finance.

Per risolvere questo problema, la soluzione di ToolsGroup per la previsione delle promozioni sfrutta la tecnologia Machine Learning basata sull’intelligenza artificiale. Genera previsioni di domanda (base e lift) affidabili per ottenere valori di ROI affidabili e una supply chain più agile ed efficiente. Adottando tecnologie proprie del mondo dei “Big Data” non strutturati, filtra il rumore e può riconoscere le caratteristiche comuni agli eventi promozionali e media, identificandone l’effetto sulle vendite.

Come risultato si ha un ulteriore miglioramento su visibilità della domanda, accuratezza delle previsioni di vendita e livello di servizio al cliente.

Risorse correlate