CASE STUDY

Azienda Food (Nordics)

Ottimizza le scorte per soddisfare i consumatori

Sfide

L’organizzazione non riusciva a trovare il giusto equilibrio tra la necessità di avere i prodotti disponibili e i costi associati. Come molti produttori di alimentari, l’azienda spesso privilegiava il livello di servizio per soddisfare la domanda dei consumatori. Questo implicava la necessità di mantenere alti i livelli di stock di sicurezza per garantire la disponibilità dei prodotti.

Risultati

Soddisfazione di investitori, clienti e dipendenti Riduzione del 10% delle scorte Risorse finanziare impegnate in stock ridotte di oltre 20 MSEK Livello di servizio nel canale retail aumentato dal 96% al 98%

L’azienda

La qualità e l’amore per il cibo fanno di questa organizzazione la principale azienda alimentare nei paesi nordici. Distribuisce una vasta selezione di alimenti surgelati e prodotti alimentari, inclusi prodotti non solo per supermercati ma anche ristoranti e catering.

 

Il progetto e gli obiettivi

L’organizzazione si è rivolta a Optilon. La comprovata capacità di Optilon di fornire una soluzione in grado di garantire la disponibilità del prodotto nel tempo, in base agli investimenti desiderati in scorte e al servizio di servizio pianificato, insieme alla possibilità di automatizzare i processi aziendali, potevano fornire significativi vantaggi.

La soluzione riconosce le caratteristiche di ogni SKU in termini di variabilità e altre caratteristiche come la stagionalità. Diversamente dalla classificazione tradizionale ABC che considera livelli di servizio aggregati, questa soluzione permette di identificare l’andamento del singolo prodotto, e di valutare il costo della disponibilità in termini dell’investimento in stock. In altre parole, il mix di prodotti è davvero ottimizzato.

Sulla base della proposta di Optilon, il team ha sviluppato un progetto con l’obiettivo di ridurre del 10% i costi legati alle scorte di prodotto finito (circa 10 milioni di SKR, 1,1 milioni di Euro), basato sulla soluzione SO99+ sviluppata da ToolsGroup, il partner tecnologico di Optilon. Il progetto pilota è stato reso operativo in soli quattro mesi. Dopo pochi mesi di test, SO99+ è entrato a pieno regime. La responsabilità centrale per la gestione del sistema SO99+ è affidata a una persona, e 15 pianificatori in Svezia e Norvegia contribuiscono con i loro input.

I membri del team possono ora aggiornare e controllare i livelli di stock di sicurezza ogni mese (in precedenza ogni sei mesi). Fondamentalmente, il nuovo sistema ha permesso di passare da una strategia unica a una pianificazione diversa per ogni canale in considerazione della diversità dei profili di domanda, dei volumi e di tutti gli altri parametri.

 

Potendo contare su dati affidabili e aggiornati, gestiamo le scorte in maniera totalmente diversa e strutturata. I membri del team sono molto più soddisfatti e anche contenti di lavorare con questi dati perché sanno che saranno usati e permetteranno un ritorno immediato. Inoltre, visto che l’intervento manuale è molto limitato, possono dedicarsi ad attività a maggiore valore aggiunto.” – Direttore Supply Chain

 

Risultati

L’azienda è riuscita nella difficile impresa di soddisfare al tempo stesso investitori, clienti e, inaspettatamente, anche i dipendenti. L’azienda è andata oltre l’obiettivo originario di tagliare le scorte del 10%, riducendo il capitale circolante di oltre 12-13 milioni di SKR. Questo ha permesso di aumentare il livello di servizio in maniera significativa, soprattutto nella vendita al dettaglio, dal 96 al 98%.

↓ Scarica il PDF