I produttori industriali con una grande varietà di articoli e molti prodotti a bassa rotazione devono gestire una domanda variabile e di difficile previsione. La sfida posta dall’esigenza di garantire alti livelli di servizio al cliente si somma alla necessità di gestire impianti di produzione situati in luoghi geografici lontani, reti distributive complesse, e diverse logiche di assegnazione.

I nostri clienti raggiungono livelli di servizio molto elevati e affidabili, con una riduzione delle scorte complessive intorno al 20%. Il modulo di Demand modeling tiene conto di variabili interne ed esterne come trend di mercato, resi e sostituzioni. Questi modelli di domanda permettono di gestire anche la domanda intermittente (lumpy demand) caratteristica dei prodotti a bassa rotazione. Il motore di machine learning modella in maniera affidabile anche i profili di domanda estremamente stagionali e l’introduzione di nuovi prodotti.

Il modulo di Demand Collaboration raggruppa i dati della domanda e delle previsioni provenienti da diverse fonti, come commerciali e distributori, in una piattaforma previsionale web condivisa. La pianificazione dei vincoli di capacità copre l’intero processo di pianificazione dei riapprovvigionamenti e include una logica di corretta assegnazione. S&OP collega correttamente la pianificazione tattica all’esecuzione operativa.

Nella pianificazione del livello di servizio le scorte dei semilavorati sono ottimizzate in modo da mantenere i requisiti di livello di servizio in tutta la struttura della distinta base. La logica di stock dei semilavorati necessari per gli ordini dei clienti si può disaccoppiare dalla logica dello stock di produzione, tramite un punto di ingresso degli ordini, in maniera da stabilire un equilibrio tra i tempi di risposta e i costi di inventario.