← NEWS

I clienti ToolsGroup modificano la pianificazione della supply chain in conseguenza di COVID-19

I clienti di ToolsGroup in tutto il mondo hanno dovuto adeguare drasticamente la pianificazione della catena di approvvigionamento in risposta alla volatilità della domanda causata da COVID-19. Tra restrizioni allo spostamento di persone e merci e conseguente economiche come l’aumento della disoccupazione e la riduzione della spesa per i consumi, queste aziende devono modificare in maniera dinamica le previsioni di domanda, i livelli delle scorte di sicurezza e le promozioni.

Ecco alcuni esempi di come i nostri clienti utilizzano le soluzioni ToolsGroup per rispondere in maniera rapida ed efficace alle sfide portate da COVID-19 per essere pronti a tutto.

 

Prevedere l’imprevedibile

Franke, produttore di podotti per cucine con sede in Svizzera, ha adottato Service Optimizer 99+ (SO99+) di ToolsGroup in più di 50 regioni. L’azienda utilizza diverse funzionalità del software ToolsGroup per la pianificazione della supply chain per ridurre al minimo le interruzioni dovute a COVID-19: forzature commerciali, filtri su domanda eccezionale, aggiunta di domanda fittizia e azioni sui calendari di vendita. Queste funzioni hanno permesso a Franke di generare previsioni di vendita più accurate anche in una situazione di variazione estrema della domanda.

Le previsioni sono condivise tramite la piattaforma collaborativa DCH (Demand Collaboration Hub) di ToolsGroup. In seguito, i diversi mercati regionali hanno due giorni per affinare le previsioni per le proprie aree prima che i valori vengano importati nuovamente nel sistema di pianificazione SO99+.

Un cliente ToolsGroup nel settore manufacturing ha numerosi fornitori in Cina e in Italia. Durante questo periodo, sta lavorando con questi fornitori per capire come proseguire, bilanciare l’attuale posizione delle scorte lungo la rete distributiva e modellare diversi scenari di calo della domanda negli Stati Uniti e in Europa.

La domanda dei consumatori nei fast-food è cambiata radicalmente. McDonald’s Mesoamérica ha trovato grande vantaggio nell’uso di SO99+, generando piani giornalieri in risposta agli sviluppi della situazione e piani di emergenza per valutare le scorte.

Per alcune aziende, COVID-19 ha portato un aumento improvviso della domanda. Ulabox, il primo supermercato spagnolo 100% online, ha reagito in modo efficiente al picco di domanda conseguente a COVID-19. Per far fronte a questa domanda eccezionale, l’azienda ha utilizzato quotidianamente la funzionalità che permette forzature commerciali e ha aumentato il livello di servizio obiettivo per tutti i suoi prodotti di classe A. Grazie a SO99+, l’azienda ha gestito questa situazione eccezionale garantendo livelli di servizio elevati anche in condizioni estremamente sfavorevoli.

 

Andando avanti

La crisi COVID-19 sta colpendo ogni azienda e regione in modo diverso e la situazione continua a peggiorare. Mentre si evolve, queste aziende sono in grado di adattarsi in maniera dinamica per essere pronte a tutto. La capacità di prevedere un maggior numero di comportamenti, compresi quelli nuovi che sono sorti in risposta alla crisi COVID-19, proteggersi dalle sorprese anticipando l’incertezza del mondo reale, ed eseguire in modo più efficiente ottimizzando i processi della supply chain nonostante i vincoli, permetterà a queste aziende di trovare opportunità nella crisi COVID-19 e nell’economia post-COVID.

Iscriviti al nostro Blog